Indicazioni per gli Autori

Area disciplinare della Rivista: ricerche sui nomi propri (antroponimi, toponimi, altri nomi) relative alle letterature di ogni epoca e cultura. Le lingue accettate sono italiano, francese, inglese, spagnolo, tedesco.

La Rivista ospita principalmente gli studi presentati durante i convegni annuali dell’associazione Onomastica & Letteratura (= O&L), ma è aperta anche ai risultati di altre ricerche nell’ambito dell’onomastica letteraria. Gli studiosi che desiderino proporre un loro contributo sono invitati o a rispondere, nei tempi indicati, al call for papers relativo ai convegni annuali, o a inoltrare il proprio saggio alla redazione, secondo le modalità previste sul questo sito. Le proposte inviate da chi intenda aderire ai convegni annuali dovranno essere corredate da un breve testo non generico (della lunghezza di almeno 2200 caratteri, spazi inclusi) che renda possibile una prima valutazione del contributo.

Considerato il carattere pluridisciplinare di questo percorso di ricerca, la Redazione dispone di un adeguato numero di revisori esterni, esperti delle varie letterature ed esponenti di competenze e metodologie che ne consentano lo studio secondo diverse prospettive (storico-culturale, critico-letteraria, linguistico-filologica, psicologica, antropologica, ecc.), ai quali saranno sottoposte le redazioni definitive degli articoli per la revisione e l’approvazione.

Insieme alla redazione definitiva del contributo accettato per la pubblicazione verrà richiesto un abstract (massimo 600 caratteri, spazi inclusi) e tre o quattro praole-chiave, sempre e tassativamente in lingua inglese. Gli autori dovranno indicare nel proprio profilo OJS istituzione di appartenenza, status e indirizzo e-mail; questi dati che saranno pubblicati nella lista degli autori riportata in fondo a ciascun fascicolo. Si ricorda inoltre di indicare il proprio indirizzo postale e un recapito telefonico ai fini di eventuali comunicazione da parte dell’editore.

Gli autori riceveranno le bozze in PDF per le correzioni. Le correzioni delle bozze andranno consegnate entro i termini previsti per la pubblicazione. Le font dei caratteri non latini eventualmente usati, compresi i simboli fonetici, devono essere indicate esplicitamente e rese disponibili dall'autore. Per il greco si richiede l'uso delle font basate su Unicode, che è possibile scaricare liberamente dalla rete (http://apagreekkeys.org/NAUdownload.html).